VOice in blue

Alessandro Carabelli | piano

Beatrice Zanolini | voice

Giulio Visibelli | saxophones

Marco Ricci | double bass

Marco Catiglioni | drums, percussions


ALESSANDRO CARABELLI

pianoforte, composizione, arrangiamenti

 

Dopo il diploma in pianoforte ottenuto a pieni voti si perfeziona in pianoforte, armonia e composizione jazz presso il conservatorio di Milano. Partecipa a seminari di armonia e composizione tenuti da Barney Kessel, Lee Konitz, Chick Corea, Ennio Morricone. 

 

Si è esibito in importanti rassegne e festival jazz italiani ed esteri tra cui Vienna, Lucerna, Lugano, Utrecht, Dortmund, Monaco, Mentone, Roma, Sanremo, Milano, Orvieto, Varese, Castellanza, Piacenza, Torino.

 

Incline alla sperimentazione musicale, collabora con molti illustri musicisti tra cui: Bob Mover, John Arnold, Gary Windo, Sheila Jordan, Franco Ambrosetti, Lee Konitz, Bobby Durham, Flavio Boltro, Manu Carré, Tino Tracanna, Franco Cerri, Enzo Scoppa, Dodo Goja, Giulio Visibelli, Emanuele Cisi, Carlo Atti, Rosario Bonaccorso, Stefano Bagnoli, Attilio Zanchi, Marco Ricci, Gianni Cazzola, Tony Arco, Mauro Battisti, Marco Ricci, Andrea Dulbecco, Bebo Ferra, Paolino dalla Porta, Giovanni Falzone, Marco Vaggi, Marco Micheli, Lucio Terzano, Maxx Furian, Massimo Morriconi.

 

Il suo impegno nella composizione e nell’arrangiamento lo porta alla realizzazione, nel 2004, del CD, “Over and Out” per Splasc(h) Records e nel settembre 2006 del CD di respiro internazionale, "Aphrodite" per la prestigiosa casa discografica tedesca Nagel Heyer Records. Questo lavoro è stato considerato tra i migliori cd jazz dell’anno 2006 dal referendum realizzato dalla Radio Nazionale Canadese e da testate del settore. Nel 2017 la Nagel Heyer Records pubblica il suo terzo CD “Indaco”.

 

Affianca all'attività di musicista e compositore, quella di docente, direttore artistico, redattore e critico musicale per diverse testate giornalistiche.

E’ co-ideatore e responsabile del settore musica nel progetto “Crossroads in Arts, Music and Science”, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia e la Fondazione Cariplo.

 

ALESSANDRO CARABELLI

piano, composer, arranger

 

After studying piano, music history, harmony and composition at the Conservatory of Milan, he attended several seminars and workshops led by international artists and composers, as Ennio Morricone, Lee Konitz, Chick Corea and Barney Kassel.

 

He performed in international concerts and festivals in Europe in 

Wien, Luzern, Lugano, Utrecht, Dortmund, Monaco, Menton, Roma, Sanremo, Milano, Orvieto, Varese, Castellanza, Piacenza, Tourin.

 

Collaborations as piano performer with Bob Mover, John Arnold, Gary Windo, Sheila Jordan, Franco Ambrosetti, Lee Konitz, Rosario Bonaccorso, Bobby Durham, Flavio Boltro, Manu Carré, Tino Tracanna, Franco Cerri, Enzo Scoppa, Dodo Goja, Giulio Visibelli, Emanuele Cisi, Carlo Atti, Stefano Bagnoli, Attilio Zanchi, Marco Ricci, Gianni Cazzola, Tony Arco, Mauro Battisti, Andrea Dulbecco, Bebo Ferra, Paolino dalla Porta, Marco Ricci, Giovanni Falzone, Marco Vaggi, Marco Micheli, Lucio Terzano, Maxx Furian, Massimo Morriconi among them.

 

In February 2004 he realized his CD “Over and Out”, with Splasc(h) Records, In September 2006 he realized his CD “Aphrodite” with Nagel Heyer Recods, and was considered among the best jazz CD of the year 2006 by a referendum carried out by the Canadian National Radio and numerous journalists. In March 2017 he realized his CD “Indaco” with Nagel Heyer Records,

 

He is also a piano teacher, art director and editor for several national magazines and he is co-founder and general manager in the project "Crossroads in Arts, Music and Science" in collaboration with the Italian Institute of Technology and the Cariplo Foundation.

 

 


BEATRICE ZANOLINI

voce

 

E' una cantante: un grande talento ed una trasparente scoperta di sé, della propria natura profonda.

La storia di Beatrice inizia con il dono naturale di una voce morbida, pastosa e coinvolgente e si evolve in un lavoro di perfezionamento, di ricerca e di sviluppo delle potenzialità.

 

Frequenta il corso certificato da Seth Riggs con il metodo SLS (Speech-level Singing).

Il suo percorso artistico mette la voce limpida, ma anche duttile e passionale, a servizio di un modo di fare musica non scontato, che parte dai repertori classici di grande notorietà, come il brasiliano, il jazz, il pop ed il soul, ma proponendo interpretazioni nuove, raffinate: una vera "musica vocale". E ricerca e svela composizioni inedite e straordinari autori di nicchia, che appagano i palati degli intenditori ma, allo stesso tempo, aprono spazi musicali sorprendenti anche agli ascoltatori amatoriali.

 

Nel 2003 incide il suo primo CD di cover internazionali da solista, "Aro'a nui".

Dal 2004 la voce di Beatrice si unisce ad altri artisti e sperimenta nuovi linguaggi musicali. L'album "You make me feel better", che la vede ancora solista, è stato distribuito nel 2007, in Italia ed all'estero, in oltre 30.000 copie e nel 2008 grande successo dello spettacolo / concerto "Canto quindi sono" al teatro Strehler.

 

Beatrice si è esibita, tra le varie performances, al Blue Note di Milano, a Palazzo Reale a Milano, nel Duomo di Milano, a Villa Arconati, ai teatri Strehler, Carcano e Manzoni di Milano, allo Spazio Zazie, alle Notti Bianche di Milano e di Varese, al Festival Internazionale di Besana Brianza, nella chiesa sconsacrata dei frati di Belgioioso, al Vigorelli di Milano, ai Chiostri di San Simpliciano, al Castello di Inverno ed in una speciale jam session con il trombettista americano Larry Mcwilliams e con il pianista jazz Marco Detto.

 

Nel 2009 ha partecipato come "special guest" al CD "Jazz for sale" di Klaus Bellavitis con il quale ha duettato nel brano acustico "Rainbow" sulla chitarra di Gigi Cifarelli. Ha cantato con Franco Cerri eBruno de Filippi, Paolo Alderighi, Walter Calloni, Marco Ricci, Marco Detto, Tommy Bradascio, Giulio Visibelli, Nick the Nightfly, Riccardo Bianchi, Paolo Costa, Marco Brioschi, Lele Melotti,Fabrizio Bernasconi, il quartetto d'archi ed il percussionista dell'Orchestra Sinfonica dell'Accademia delle Opere, il Complesso Internazionale Cameristico. Collabora con Larry Mcwilliams, Mike Flack, Frank Catalano e Lokua Kanza.



GIULIO VISIBELLI

sassofoni

 

sassofonista e flautista senese tra i piu riconosciuti ed apprezzati in Europa, si diploma in flauto nel 1981 presso l'Istituto "P.Mascagni" di Livorno con Luciano Brigidi; studia sassofono con Claudio Fasoli e GianLuigi Trovesi ai "Seminari Nazionali di Musica Jazz" di Siena. Si diploma poi, alla fine del 1983, in Jazz Performance al "Berklee College of Music" studiando con John LaPorta, Joe Viola, Andy McGhee, George Garzone, Bill Pierce e Gary Burton. Studia inoltre con Joseph Allard e Jerry Bergonzi.

 

Dal '83 si esibisce alla testa di proprie formazioni o come side man al fianco di numerosi artisti tra cui: Max Roach, Kenny Barron, Dave Liebman, Bobby Watson, Bob Brookmeyer, James Newton, Eddie Daniels, Markus Stockhausen, Evan Parker, Kenny Wheeler, Franco Ambrosetti, Paolo Fresu, Enrico Rava, Franco Cerri, Claudio Fasoli, Gianluigi Trovesi, Franco D'Andrea ed Enrico Pieranunzi, Sarah Jane Morris, Patti Austin, Nnenna Freelon e Dee Dee BridgewaterCon la Montecarlo Nights si esibisce con Sarah Jane Morris, Patti Austin, Nnenna Freelon e Dee Dee Bridgewater.

 

Ha suonato nei più importanti festival italiani ed esteri quali "Jazz Festival" in Berlin, the "Jazz Jamboree" in Warsaw, the "Grand Parade du Jazz" in Nice and at festivals in Paris, Vienna, Amiens, The Hague, North Caroline.


MARCO RICCI

contrabbasso 

 

Diploma in contrabbasso.

Nella sua intensa attività concertistica ha collaborato con moltissimi musicisti tra cui Lee Konitz, Billy Cobham, Bob Mover, Irio De Paula, Dionne Warwick, Bob Mintzer, Randy Brecker, Erik Marienthal, Paolo Fresu, Don Friedman, Michael Godard, Sarah Jane Morris, Bob Bonisolo, Xavier Girotto, Chico Freeman, Roberta Gambarini, Franco Ambrosetti, Gene Calderazzo, Antonio Faraò, Franco D’Andrea, Franco Cerri, Maria Pia De Vito,  Stefano Bagnoli, Mauro Negri, Tiziana Ghiglioni, Paolo Tomelleri, Emilio Soana, Sante Palumbo, Gianni Basso, Tony Arco, Fabrizio Bosso, Renato Sellani, Giovanni Falzone, Tino Tracanna, Andrea Dulbecco, Sergio Orlandi, Giulio Visibelli, Laura Fedele, Max Furian, Claudio Angeleri, Nick the Nightfly, Mattia Cigalini

 

Ha collaborato inoltre con esponenti di spicco dell’area della musica classica e contemporanea quali Piero Toso (con i Solisti Veneti), l’Orchestra 1813 del Teatro Sociale di Como, l’Ensemble Sentieri Selvaggi (con Andrea Rebaudengo, Giovanni Mancuso, Carlo Boccadoro, Filippo Dal Corno) Danilo Rossi, Daniel Pacitti, Bruno Dal Bon, Alessandro D’agostini, Sergio Lavia e Roberto Porrone. Partecipa alla prima esecuzione italiana del “De Staat” di Luis Andriessen e alle prime esecuzioni mondiali di “Non guardate al domani” di Filippo Dal Corno e di “Gelsomino nel paese dei bugiardi” di Stefano Seghedoni. Suona il violoncello in “Itaka/Ithaki“, The Humming Cloud” e “God Save the Earth” Di Dino Betti Van der Noot, gli ultimi due vincitori del Top jazz negli anni 2007 e 2009. Suona inoltre il violoncello nel trio di Paolo Alderighi ‘New Swing Trio’ (con Gabriele Mirabassi) e nel trio Visibelli-Faiella-Ricci.

 

Da anni è inoltre attivo anche sul versante della canzone d’autore e pop. In particolare, longeva è la sua collaborazione con Enzo Jannacci, con cui incide due Cd e un Dvd e con cui partecipa a tourné e concerti dal 1995, e con Paolo Jannacci (nel Quintetto “Notes” e nel Paolo Jannacci Trio).E’ membro anche dello spettacolo “IN Concerto Con Enzo) dove il figlio Paolo ripropone con i suoi collaboratori musicali le canzoni del padre. Ha inoltre inciso con Nanni Svampa, Ornella Vanoni e Bruno Lauzi (con quest’ultimo ha partecipato anche a numerosi concerti dal vivo). Collabora con le vocalist Paola Folli, Dilene Ferraz e Lorena Fontana (con la quale nel 2004 prende parte al Pavarotti & Friends) e con i musicisti Danilo Minotti, Maxx Furian, Giorgio Cocilovo, Roberto Gualdi. Ha inciso o collaborato infine con Dolcenera, Raphael Gualazzi, Fred Bongusto, Gianni e Marcella Bella, Simona Bencini.

 

Ha partecipato a numerose rassegne e festival di jazz tra i quali: Festival di TORINO, Casa del Jazz, Roma -Bimhuis Club, Amsterdam - Festival di Terra del Sole - VII Rassegna “Jazz in Italia” Capolinea, Milano - Veneto Jazz - Mantova Jazz – “To Sting”, Palazzina Liberty”, Milano - JARTS–Jazz & Art, Brugherio -Arcore Jazz - Cesenatico in Jazz - Festival Jazz di Massa - Sere d’Estate 2000, Parma – Nyon-Rive Jazzy – Brianza Open Jazz - Jazz Brugherio -Jazz e Dintorni, Desio - Notturni a Villa Litta, Milano – Festival Jazz di Valenza - Teatro Paisiello, Lecce – Teatro delle Erbe, Milano – Estival Jazz di Lugano, - Calagonone Jazz Festival – “Jazz Festival di Villa Cellimontana”, Roma - Festival “Italian Quality and Style”, Hong Kong - Gubbio Jazz - Arezzo Jazz – Festival Jazz di Volterra - Festival Musicale del Mediterraneo, Genova - Iseo Jazz - Estate Como Yes -Festival di Musica Classica “Tra Lago e Monti”, Lecco - “Jazz al Filodrammatici” - International Jazz Expo Cagliari - Salina Jazz Festival - Festival Jazz Senigallia - M.I.T.O Festival di Torino e Milano - Atelier del Jazz, Camera del Lavoro Milano - Garda Jazz Festival/Trentino Jazz -Magenta Jazz Festival - Sonata Island Festival -Festival di Menaggio - Stagione Teatro Sociale di Como, AREA M Milano.

 

Ha all’attivo circa novanta incisioni discografiche dove si alterna al contrabbasso, basso elettrico e violoncello (in un paio di occasioni anche al pianoforte) in progetti prevalentemente di natura jazz, con incursioni anche nella musica classica, contemporanea, d’autore, popolare ed etnica.

 

All’attività concertistica ha sempre accompagnato l’insegnamento del contrabbasso e del basso elettrico e di numerose materie complementari.


MARCO CASTIGLIONI

batteria 

 

Musicista attivo sia come percussionista ma principalmente come batterista.

Ha partecipato a svariati tours di musica leggera e pop, ed inoltre, avendo ricoperto, per lungo tempo, il ruolo di prima batteria presso l'orchestra RAI di Milano, è apparso in numerosi programmi televisivi.

 

Negli ultimi anni l'amore per la musica jazz ha prevalso su tutti gli altri generi musicali.

Da qui sono nate partecipazioni ad importanti festivals, quali Clusone, Rocella, Bologna, Ivrea, Lugano, Ascona, Le Mans, Berlino, Amburgo, Parigi, Dresda, collaborando con artisti come, Steve Potts, Gunter Sommer, Paula West Daniel Mille, John Stowell, Rob Sudduth, Bill Ramsey, Dan Barret, Alex Schulz, Renato Sellani, Franco Cerri, Gianni Basso, Paolo Tomelleri, Laura Fedele, Emilio Soana, Ettore Righello, Lino Patruno, Carlo Bagnoli, Marco Gotti, Sandro Gibellini, Emanuele Cisi, Attilio Zanchi, Mauro Grossi, Massimo Colombo.

 

La vasta discografia comprende registrazioni al fianco di artisti quali Laura Fedele, Carlo Uboldi, Michele Franzini, Tarcisio Olgiati, Antonello Monni, Paolo Tomelleri,  Attilio Zanchi.

 


Music is your own experience, your own thoughts, your wisdom. 

If you don’t live it, it won’t come out of your horn. 

They teach you there’s a boundary line to music. But, man, there’s no boundary line to art.

                                                                                                                                         Charlie Parker

 painting by  Vav Hakobyan