New Frontiers

Alessandro Carabelli | piano

Max Pizio | saxophones

Sergio Orlandi |trumpet

Marco Conti | double bass

Tony Arco | drums

Una formazione tipicamente hard bop in equilibrio perfetto tra tradizione e ricerca,  le cui sonorità  risultano essere molto compatte e sinergiche, con modalità cameristiche e con ampi spazi d’espressività improvvisata.

 

A typical hard bop band in perfect balance between tradition and research. The sound is very compact and synergetic and the original compositions surfing between chamber music and jazz improvisation.


ALESSANDRO CARABELLI

pianoforte, composizione, arrangiamenti

 

Dopo il diploma in pianoforte ottenuto a pieni voti si perfeziona in pianoforte, armonia e composizione jazz presso il conservatorio di Milano. Partecipa a seminari di armonia e composizione tenuti da Barney Kessel, Lee Konitz, Chick Corea, Ennio Morricone. 

 

Si è esibito in importanti rassegne e festival jazz italiani ed esteri tra cui Vienna, Lucerna, Lugano, Utrecht, Dortmund, Monaco, Mentone, Roma, Sanremo, Milano, Orvieto, Varese, Castellanza, Piacenza, Torino.

 

Incline alla sperimentazione musicale, collabora con molti illustri musicisti tra cui: Bob Mover, John Arnold, Gary Windo, Sheila Jordan, Franco Ambrosetti, Lee Konitz, Bobby Durham, Flavio Boltro, Manu Carré, Tino Tracanna, Franco Cerri, Enzo Scoppa, Dodo Goja, Giulio Visibelli, Emanuele Cisi, Carlo Atti, Rosario Bonaccorso, Stefano Bagnoli, Attilio Zanchi, Marco Ricci, Gianni Cazzola, Tony Arco, Mauro Battisti, Marco Ricci, Andrea Dulbecco, Bebo Ferra, Paolino dalla Porta, Giovanni Falzone, Marco Vaggi, Marco Micheli, Lucio Terzano, Maxx Furian, Massimo Morriconi.

 

Il suo impegno nella composizione e nell’arrangiamento lo porta alla realizzazione, nel 2004, del CD, “Over and Out” per Splasc(h) Records e nel settembre 2006 del CD di respiro internazionale, "Aphrodite" per la prestigiosa casa discografica tedesca Nagel Heyer Records. Questo lavoro è stato considerato tra i migliori cd jazz dell’anno 2006 dal referendum realizzato dalla Radio Nazionale Canadese e da testate del settore. Nel 2017 la Nagel Heyer Records pubblica il suo terzo CD “Indaco”.

 

Affianca all'attività di musicista e compositore, quella di docente, direttore artistico, redattore e critico musicale per diverse testate giornalistiche.

E’ co-ideatore e responsabile del settore musica nel progetto “Crossroads in Arts, Music and Science”, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia e la Fondazione Cariplo.

 

ALESSANDRO CARABELLI

piano, composer, arranger

 

After studying piano, music history, harmony and composition at the Conservatory of Milan, he attended several seminars and workshops led by international artists and composers, as Ennio Morricone, Lee Konitz, Chick Corea and Barney Kassel.

 

He performed in international concerts and festivals in Europe in 

Wien, Luzern, Lugano, Utrecht, Dortmund, Monaco, Menton, Roma, Sanremo, Milano, Orvieto, Varese, Castellanza, Piacenza, Tourin.

 

Collaborations as piano performer with Bob Mover, John Arnold, Gary Windo, Sheila Jordan, Franco Ambrosetti, Lee Konitz, Rosario Bonaccorso, Bobby Durham, Flavio Boltro, Manu Carré, Tino Tracanna, Franco Cerri, Enzo Scoppa, Dodo Goja, Giulio Visibelli, Emanuele Cisi, Carlo Atti, Stefano Bagnoli, Attilio Zanchi, Marco Ricci, Gianni Cazzola, Tony Arco, Mauro Battisti, Andrea Dulbecco, Bebo Ferra, Paolino dalla Porta, Marco Ricci, Giovanni Falzone, Marco Vaggi, Marco Micheli, Lucio Terzano, Maxx Furian, Massimo Morriconi among them.

 

In February 2004 he realized his CD “Over and Out”, with Splasc(h) Records, In September 2006 he realized his CD “Aphrodite” with Nagel Heyer Recods, and was considered among the best jazz CD of the year 2006 by a referendum carried out by the Canadian National Radio and numerous journalists. In March 2017 he realized his CD “Indaco” with Nagel Heyer Records,

 

He is also a piano teacher, art director and editor for several national magazines and he is co-founder and general manager in the project "Crossroads in Arts, Music and Science" in collaboration with the Italian Institute of Technology and the Cariplo Foundation.

 

 


SERGIO ORLANDI

tromba

 

La sua versatilità e raffinatezza nel fraseggio lo rendono un punto di riferimento della musica jazz europea.

 

Fa parte da oltre venti anni quale prima tromba nelle più importanti orchestre italiane tra cui l’Orchestra Ritmosinfonica della RAI Radio Televisione Italiana di Milano, l’Orchestra sinfonica dei Pomeriggi Musicali, Radio Montecarlo Orchestra, con la quale ha accompagnato importanti musicisti come Patty Austin, gli Yellowjackets , Sara J. Morris, all’interno delle rassegne del “Blue Note” di Milano.

 

Vanta numerosissime collaborazioni sia nella musica leggera con nomi del calibro di Barry White, Fabrizio De Andrè, Mina, Giorgia, che nel jazz con George Garzone, Bob Mintzer, Kenny Wheeler, Clark Terry, Charlie Mariano, Martial Solal, Franco Ambrosetti, Enrico Rava, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Giorgio Gaslini, Gianluigi Trovesi, Stefano Di Battista, Gianni Basso,  Enrico Intra, Tullio De Piscopo, Roberto Gatto.


MAX PIZIO

sassofono

 

E' ritenuto uno tra i più importanti musicisti svizzeri della nuova generazione.

 

Terminato il Conservatorio della Svizzera Italiana segue corsi come assistente di studio presso l’American Clavé di Colonia.

Prosegue gli studi presso la divisione di arti accademiche della Berklee School di Boston (USA) dove si laurea in arrangiamento orchestrale.

Nella stessa scuola completa il Master di sassofono con gli insegnanti Allan Chase e Jim Odgren e partecipa ad alcuni clinics con vari artisti come Vinnie Colaiuta, Jerry Bergonzi, Ralph Towner, Kenny Werner, Eric Moseholm, Bo Stief.

 

Collabora con numerosi artisti tra cui Paul Mc Candless, Sandro Schneebeli, Garrison Fewel, Franco Ambrosetti, Roy Hargrove, Fabrizio Bosso, Paolino dalla Porta, Marco Antonio Ricci.


MARCO CONTI

contrabbasso

 

Ha studiato basso elettrico e contrabbasso negli USA, conseguendo  titolo accademico -Summa Cum Laude Honours in Bass Performance nel 1987 al Berklee College of Music di Boston.

Studia improvvisazione, ear training e composizione con Jerry Bergonzi e Charlie Banacos e tecnica dello strumento con Anthony Cox, Lenny Plaxico e Jeff Andrews, Gary Peacock.

 

Negli Stati Uniti ha suonato in varie formazioni con musicisti tra cui: Karl Berger, Salvatore Bonafede, Mike Rosen, Fabio Morgera e Dave Kikosky.

 

In Italia ha seguito corsi di approfondimento con Furio di Castri e Paolo Fresu e seminari con John Scofield, Marc Johnson, Miroslav Vitous e Gary Willis, dove ha partecipato anche come assistente.

Collaborazioni con diversi musicisti italiani tra cui: Laura Fedele, Franco Ambrosetti, Flavio Boltro, Massimo Minardi, Luciano Zadro,  Tino Tracanna, Tony Arco, Stefano Battaglia, Giogio Di Tullio, Fabrizio Spadea, Stefano Bagnoli, Alberto Mandarini, Lucia Minetti, Flavio Premoli, Roberto Dani, Massimo Colombo, Marco Castiglioni, Marco Detto.

 

E’ docente di contrabbasso, armonia e composizione


TONY ARCO

batteria

 

E' considerato uno tra i batteristi italiani più rinomati e riconosciuti internazionalmente oltre ad essere un punto di riferimento della didattica.

 

Ha vissuto diversi anni negli Stati Uniti dove ha avuto modo di studiare col grandi batteristi come Gary Chaffee, Alan Dawson and Bob Moses e collaborare professionalmente con Dave Weckl, Bruce Becker, Dave Liebman, Andrew Hill, Max Roach e Hank Jones.

 

Le sue collaborazioni vantano nomi illustri quali Mark Murphy, Dee Dee Bridgewater, Roberta Gambarini, Bobby Watson, Kenny Barron, Charles Tolliver, Tony Scott, Dave Liebman, James Newton, Carl Anderson, Enrico Rava, Paolo Fresu, Marcus Stockhausen, David Murray, Eddie Daniels, Joe Diorio, Evan Parker, Billy Cobham, Airto Moreira, Phil Markowitz, Sonny Fortune, Roy Hargrove, John Medesky solo per citarne alcuni.


Music is your own experience, your own thoughts, your wisdom. 

If you don’t live it, it won’t come out of your horn. 

They teach you there’s a boundary line to music. But, man, there’s no boundary line to art.

                                                                                                                                         Charlie Parker

 painting by  Vav Hakobyan