it est sa poesia

Rita Sannia | voice

Alessandro Carabelli | piano

Claudio Farinone | guitars

Max Pizio | saxophones

Voce suadente e atmosfere che fluttuano tra i ritmi  latini, la musica tradizionale, il jazz e la canzone d'autore.

Tutto questo è It Est Sa Poesia. Un viaggio nelle mille sfumature della musica contemporanea, un fil rouge che unisce tradizione e modernità, dolcezza e fascino, poesia, narrazioni e musica.


ALESSANDRO CARABELLI

pianoforte, composizione, arrangiamenti

 

Dopo il diploma in pianoforte ottenuto a pieni voti si perfeziona in pianoforte, armonia e composizione jazz presso il conservatorio di Milano. Partecipa a seminari di armonia e composizione tenuti da Barney Kessel, Lee Konitz, Chick Corea, Ennio Morricone. 

 

Si è esibito in importanti rassegne e festival jazz italiani ed esteri tra cui Vienna, Lucerna, Lugano, Utrecht, Dortmund, Monaco, Mentone, Roma, Sanremo, Milano, Orvieto, Varese, Castellanza, Piacenza, Torino.

 

Incline alla sperimentazione musicale, collabora con molti illustri musicisti tra cui: Bob Mover, John Arnold, Gary Windo, Sheila Jordan, Franco Ambrosetti, Lee Konitz, Bobby Durham, Flavio Boltro, Manu Carré, Tino Tracanna, Franco Cerri, Enzo Scoppa, Dodo Goja, Giulio Visibelli, Emanuele Cisi, Carlo Atti, Rosario Bonaccorso, Stefano Bagnoli, Attilio Zanchi, Marco Ricci, Gianni Cazzola, Tony Arco, Mauro Battisti, Marco Ricci, Andrea Dulbecco, Bebo Ferra, Paolino dalla Porta, Giovanni Falzone, Marco Vaggi, Marco Micheli, Lucio Terzano, Maxx Furian, Massimo Morriconi.

 

Il suo impegno nella composizione e nell’arrangiamento lo porta alla realizzazione, nel 2004, del CD, “Over and Out” per Splasc(h) Records e nel settembre 2006 del CD di respiro internazionale, "Aphrodite" per la prestigiosa casa discografica tedesca Nagel Heyer Records. Questo lavoro è stato considerato tra i migliori cd jazz dell’anno 2006 dal referendum realizzato dalla Radio Nazionale Canadese e da testate del settore. Nel 2017 la Nagel Heyer Records pubblica il suo terzo CD “Indaco”.

 

Affianca all'attività di musicista e compositore, quella di docente, direttore artistico, redattore e critico musicale per diverse testate giornalistiche.

E’ co-ideatore e responsabile del settore musica nel progetto “Crossroads in Arts, Music and Science”, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia e la Fondazione Cariplo.

 

ALESSANDRO CARABELLI

piano, composer, arranger

 

After studying piano, music history, harmony and composition at the Conservatory of Milan, he attended several seminars and workshops led by international artists and composers, as Ennio Morricone, Lee Konitz, Chick Corea and Barney Kassel.

 

He performed in international concerts and festivals in Europe in 

Wien, Luzern, Lugano, Utrecht, Dortmund, Monaco, Menton, Roma, Sanremo, Milano, Orvieto, Varese, Castellanza, Piacenza, Tourin.

 

Collaborations as piano performer with Bob Mover, John Arnold, Gary Windo, Sheila Jordan, Franco Ambrosetti, Lee Konitz, Rosario Bonaccorso, Bobby Durham, Flavio Boltro, Manu Carré, Tino Tracanna, Franco Cerri, Enzo Scoppa, Dodo Goja, Giulio Visibelli, Emanuele Cisi, Carlo Atti, Stefano Bagnoli, Attilio Zanchi, Marco Ricci, Gianni Cazzola, Tony Arco, Mauro Battisti, Andrea Dulbecco, Bebo Ferra, Paolino dalla Porta, Marco Ricci, Giovanni Falzone, Marco Vaggi, Marco Micheli, Lucio Terzano, Maxx Furian, Massimo Morriconi among them.

 

In February 2004 he realized his CD “Over and Out”, with Splasc(h) Records, In September 2006 he realized his CD “Aphrodite” with Nagel Heyer Recods, and was considered among the best jazz CD of the year 2006 by a referendum carried out by the Canadian National Radio and numerous journalists. In March 2017 he realized his CD “Indaco” with Nagel Heyer Records,

 

He is also a piano teacher, art director and editor for several national magazines and he is co-founder and general manager in the project "Crossroads in Arts, Music and Science" in collaboration with the Italian Institute of Technology and the Cariplo Foundation.

 

 


RITA SANNIA

voce

 

Ha compiuto studi musicali in  canto moderno e interpretazione con insegnanti di impostazione classica e moderna.

 

Ha iniziato la sua carriera artistica come cantante e interprete nell’85 spaziando nei vari generi musicali e riportando vari riconoscimenti artistici a livello locale e nazionale.

 

Pur spaziando nei diversi generi musicali ha avuto la possibilità, con l’aiuto di noti jazzisti italiani, di esprimere la sua passione musicale verso gli standards della tradizione jazzistica americana, il soul, il blues, e la bossanova.

 

Numerose presenze, in collaborazione con jazzisti isolani, in teatri locali e rassegne estive dedicate al jazz. Tra le più significative quelle con Paolo Carrus, Billy (Roberto) Sechi, Corrado Salis, Giuseppe Murgia, Marco Argiolas, Alessandro Garau, Marco Meloni, Big Band della scuola civica diretta dal maestro Paolo Carrus, Giacomo Deiana, Simone Pilloni ed altre ancora

 

Nel Novembre 2008 inizia con Peo Alfonsi e Salvatore Maiore una  collaborazione artistica che vede realizzarsi nell'agosto 2008 il cd Legatura di Valore.

L'opera uscirà a fine Ottobre del 2009, prodotta dalla casa discografica Dodicilune. Viene arricchita da collaborazioni musicali prestigiose. Accanto alla carriera aristica ha coltivato la passione per la didattica musicale con particolare riferimento al canto. Il suo metodo è la risultante di una molteciplicità di esperienze di studi  in tutti i settori della didattica musicale, delle metodologie riferite al canto, delle riabilitazioni  (logopedia, psicofonia).  

 

E' docente di canto moderno ed interpretazione canora. 



CLAUDIO FARINONE

chitarre

 

si 
diploma in chitarra al Conservatorio Bologna sotto la guida di Maurizio Colonna, tra le maggiori figure del concertismo classico internazionale.
 Dopo avere frequentato numerose masterclass e seminari di interpretazione
 e composizione e ottenuto premi a concorsi internazionali, inizia un’attività concertistica rivolta in particolar modo
 alla musica da camera, suonando, nel tempo, con diverse formazioni.
 Con Tanguediaduo, in duo con la flautista Barbara Tartari, svolge un percorso di ricerca sulla musica di Astor Piazzolla, tenendo oltre cento concerti monografici e registrando alcuni cd; attualmente la ricerca del duo prosegue su diversi territori della musica contemporanea. Suona e registra CD con gli ensemble Torres Quartet e Aries 4.

 

Crea, con l’attore David Riondino, spettacoli e trasmissioni radiofoniche sul bolero cubano, sulla poesia di Ernesto Ragazzoni e su sonorizzazioni dal vivo di film muti. Recentemente è stato pubblicato da Abeat il CD, "Il bolero come Terapia", frutto di un insolito e sorprendente percorso sui temi del bolero cubano.

Inoltre tiene concerti in solo, impiegando tre strumenti speciali: una chitarra ad otto corde, una chitarra flamenca e una chitarra baritono, che nel tempo sono diventati tratti caratteristici del suo linguaggio, posto a metà tra interpretazioni e percorsi improvvisativi.

 

Nel 2013 esce per l’etichetta Abeat “Claudio Farinone plays Ralph Towner”, CD dedicato al celebre chitarrista e compositore americano, che è stato accolto entusiasticamente da pubblico e critica.

 

Nello stesso anno inizia nuovi percorsi, aprendo svariate collaborazioni con alcuni tra i massimi esponenti del jazz e della musica improvvisata in Italia. Tra questi: il fisarmonicista jazz Fausto Beccalossi, i chitarristi Peo Alfonsi e Bebo Ferra, il percussionista Francesco D'Auria, il bassista Carlos "El Tero" Buschini, il virtuoso di liuto arabo Elias Nardi, il sassofonista e clarinettista Max Pizio e il sassofonista Javier Girotto.

 

Nel settembre 2017 esce un nuovo CD del progetto Aktè, ispirato ai luoghi del Mediterraneo, registrato negli studi della Radio Svizzera.

A ottobre 2017 condivide il palco con Ralph Towner per la chiusura della mostra di Lawrence Carroll al Museo Vela di Ligornetto, eseguendo con lui alcuni duetti.

 

Parallelamente alla carriera di musicista, dopo un ventennio di insegnamento chitarristico, approda nel 2005 alla Rete 2, canale culturale della Radio Svizzera italiana, dove conduce regolarmente programmi musicali e realizza approfondimenti speciali con alcuni dei grandi protagonisti della musica e della cultura contemporanea.


MAX PIZIO

sassofoni

 

E' ritenuto uno tra i più importanti musicisti svizzeri della nuova generazione.

 

Terminato il Conservatorio della Svizzera Italiana segue corsi come assistente di studio presso l’American Clavé di Colonia.

Prosegue gli studi presso la divisione di arti accademiche della Berklee School di Boston (USA) dove si laurea in arrangiamento orchestrale.

 

Nella stessa scuola completa il Master di sassofono con gli insegnanti Allan Chase e Jim Odgren e partecipa ad alcuni clinics con vari artisti come Vinnie Colaiuta, Jerry Bergonzi, Ralph Towner, Kenny Werner, Eric Moseholm, Bo Stief.

 

Collabora con numerosi artisti tra cui Paul Mc Candless, Sandro Schneebeli, Garrison Fewel, Franco Ambrosetti, Roy Hargrove, Fabrizio Bosso, Paolino dalla Porta, Marco Antonio Ricci.


Music is your own experience, your own thoughts, your wisdom. 

If you don’t live it, it won’t come out of your horn. 

They teach you there’s a boundary line to music. But, man, there’s no boundary line to art.

                                                                                                                                         Charlie Parker

 painting by  Vav Hakobyan